(+39) 342 3704774 info@growmyexport.it

Quali sono i principali cambiamenti dei Termini Commerciali Internazionali

Incoterms 2020 cosa cambia e quali sono le principali novità apportate dall’ultima edizione. Ecco le principali variazioni dei Termini Commerciali Internazionali che regolano alcuni aspetti relativi alle spedizioni internazionali, come la ripartizione della responsabilità in caso di perdita o danno dei beni mobili.

Incoterms: le regole che guidano le imprese nel commercio internazionale

Più volte oggetto di revisione, dal 1° gennaio 2020 sono entrati in vigore gli Incoterms 2020. E’ giusto chiarire che gli Incoterms 2020 non abrogano le edizioni precedenti. Ma se le parti non fanno esplicito riferimento a un’edizione, si applica la versione più recente.

Incoterms 2020 novità, cosa cambia

Ma cosa cambia con l’introduzione degli Incoterms 2020? Invariati nel numero, gli Incoterms sono sempre 11, ma il DAT ha cambiato la sua denominazione in DPU. Si chiarisce che il luogo di destinazione può essere un luogo qualsiasi (e non più solo un terminal, come era nel caso del DAT), individuato in maniera estremamente precisa.

In una vendita FCA con trasporto è ora possibile rilasciare una polizza di carico al venditore con l’annotazione di caricazione a bordo (shipped on board). Il venditore sarà obbligato a inoltrare la polizza di carico al compratore, solitamente, attraverso il canale bancario.

La ripartizione dei costi è indicato in un articolo a sé (A9/B9). Ciò rende più immediata l’identificazione dei costi. Il riferimento ai costi è riportato comunque nei rispettivi articoli.

Nelle condizioni CIP  il venditore è tenuto a ottenere una copertura conforme alle Institute Cargo Clauses A, che coprono tutti i rischi. Invece, nella condizione CIF il venditore è tenuto a ottenere una copertura conforme alle Institute Cargo Clauses C, che coprono un numero definito di rischi. In ogni caso, le parti hanno sempre la facoltà di pattuire fra loro condizioni di copertura diverse.

Nei termini FCA, DAP, DPU e DDP è ora prevista la possibilità che il trasporto sia fatto con mezzi propri del venditore (nei termini D) o dell’acquirente (nei termini FAC). Gli adempimenti relativi alla sicurezza sono stati inseriti in due appositi articoli (A4/A7). I relativi costi sono meglio menzionati nei sopraccitati articoli A9/B).

Incoterms 2020: cosa cambia. Ecco le principali novità

Incoterms 2020: una valida regola per l’internazionalizzazione del tuo business

In generale gli Incoterms 2020 cambiano nella struttura interna. Infatti è stata data precedenza per ogni condizione agli obblighi di consegna e alla determinazione del momento del passaggio dei rischi.

Il carattere di lex mercatoria è stato sottolineato nell’introduzione. Mentre le note esplicative chiariscono i principi base di ogni condizione e danno informazioni per una corretta interpretazione.

Gli Incoterms, pur non essendo le uniche clausole del commercio internazionale, hanno caratteristiche preziose. Universalità, chiarezza e prevedibilità permettono di venire incontro alle esigenze delle imprese che effettuano spedizioni internazionali per implementare il loro export.

Se vuoi aumentare il business della tua azienda dando impulso all’internazionalizzazione esplora il nostro sito dove troverai le informazioni necessarie. Se desideri una consulenza personalizzata i nostri specialisti sono pronti a rispondere ad ogni tua domanda: contattaci tramite il nostro form.